Lettera da Giuseppe Diotti a Giuseppe Bossi

Mittente:

Giuseppe Diotti

Destinatario:

Giuseppe Bossi

Data:

28 aprile 1805

Da Giuseppe Diotti a Giuseppe Bossi
Roma, 1805 aprile 28

 

Archivio Storico Accademia di Brera, Milano
CARPI E III 4.

 

[…]

Mi veggo favorito del Programma, ma non dal riscontro della lettera che vi scrissi riguardo il metodo che ho abbracciato, e che crederò oportuno se mi verrà confermato dal lodevole di lei giudizio, per avanzarmi nella Professione: questo adunque l’attendo dalla di lei compiacenza, e agradirò altresì sentire il suo sentimento in quanto all’idea che ho concepito di fare il disegno di composizione che viene indicato nel sudetto Programma.

Forse a quest ora avrà presentito che alla setimana del concorso del Nudo in Campidolio, Comerio ebbe il primo, ed io il secondo premio; io non ho auto il coraggio di scrivervelo, perché a dirli il vero, credevo un atto di una mal fondata ambizione.

Sono pochi giorni che ho tralasciato di disegnare Rafaele, e che mi sono messo a studiare l’antico, faccendo de soli contorni più precisi che mi sia possibile, ma non col chiaroscuro, perché mi pare che non sia troppo utile stante la diferenza che passa vedendo il vero. Se adunque si degnerà di compiacermi, mi farà cosa estremamente grata: Intanto ho il bene di riverirla, e di rasegnarmi con tutta la considerazione.

Roma dì 28 Aprile 1805

Suo Obb.o Se

G.e Diotti